La community | 23 gennaio 2023, 10:48

Veronesi Protagonisti 2023: Paolo Pigozzo

Paolo Pigozzo, Amministratore Delegato De Angelis Food Spa

Paolo Pigozzo, Amministratore Delegato De Angelis Food Spa

Paolo Pigozzo entra da ragazzo nel mondo del food veronese e non lo ha ancora lasciato. 

I primi passi li muove con il Gruppo Veronesi nel mondo AIA, mentre successivamente si inserisce nel gruppo Chiari E Forti, che, ai tempi, annovera al suo interno brand storici come la bibita Gatorade o l’olio cuore, famoso per la pubblicità con il celebre salto della staccionata. «Da lì inizia la mia esperienza nel mondo della pasta fresca - racconta Pigozzo - perché ho incontrato l’allora marchio storico PAF; sono stati anni importanti sia dal punto di vista lavorativo che di crescita e di relazioni, che mi hanno permesso poi di assumere via via ruoli sempre più importanti a titolo personale». Nel 2016 l’inizio di una nuova sfida: Pigozzo entra, come amministratore delegato, nel gruppo De Angelis, che ai tempi consta di un’azienda nella provincia di Villafranca. «Mi sono innamorato di quella sfida - rivela Pigozzo - nella quale mi sono avventurato con la massima fiducia da parte dei miei imprenditori». Tanti i cambiamenti che hanno investito l’azienda in questi ultimi sei anni: la De Angelis Food è diventata una Spa, il numero dei collaboratori è passato da 60 a più di 200 solo nello stabilimento di Villafranca e il fatturato, nel 2022, ha superato i 100 milioni di euro. Un’azienda a forte vocazione territoriale che ha saputo trovare anche la sua dimensione internazionale. 

«Per raccontare chi è De Angelis Food credo sia rilevante partire da quello che oggi è ancora il nostro core business: la produzione dei bigoli, un’eccellenza culinaria di nostra produzione, fedele alla tradizione veneta, che è su tutti gli scaffali della migliore grande distribuzione nazionale e locale. Dai bigoli di strada ne abbiamo fatta, aprendoci a tutta la pasta fresca. Oggi è chiaro come i tempi siano cambiati e con essi anche la cultura gastronomica: siamo un Paese multietnico e i trend di consumo non sono più quelli di dieci o vent’anni, e sono proprio queste le sfide che affrontiamo quotidianamente. Il nostro team di ricerca e sviluppo si occupa anche di prevedere i gusti dei consumatori, da qui a dieci anni, sia in Italia che all’estero». È stata la capacità di leggere la società in chiave futura ciò che ha permesso di rilanciare l’azienda, passando da 24 a 115 milioni di euro di fatturato complessivo, con tassi di crescita invidiabili. «Fondamentale è stato creare la squadra - rivela Pigozzo - inserendo le persone giuste nei ruoli giusti, dando a tutti degli obiettivi stimolanti e mettendo in primo piano l’innovazione di prodotto, che passa inevitabilmente anche attraverso l’innovazione tecnologica. Tra le prime sfide che abbiamo affrontato c’è stata quella di entrare in un mercato non solo nazionale, ma anche internazionale, con dei prodotti senza glutine». 

Sono tanti i fattori che stanno dietro una crescita così notevole, soprattutto in un anno turbolento come il 2022, nel quale i punti di riferimento a livello imprenditoriale sono spesso venuti a mancare. «Oltre alla crescita della De Angelis Pasta Fresca, che da sola è passata da un fatturato di 24 milioni a uno di 60, il superamento dei 100 milioni di fatturato è dovuto alle recenti acquisizioni da parte gruppo, strategiche per allargare il portafoglio prodotti che oggi proponiamo sul mercato. Attraverso Emme Food, azienda riminese, siamo entrati nel settore gastronomia, ovvero tutti quei prodotti serviti ai banchi della grande distribuzione, senza marchio proprio. L’azienda nel 2022 supererà i 20 milioni di fatturato, il doppio rispetto al periodo precedente la nostra acquisizione. Nel gruppo è entrata anche la Saor del Mar di Padova, un’azienda specializzata nel pesce ma soprattutto nel baccalà, che supererà i 10 milioni di fatturato quest’anno, nonostante i rincari della materia prima. Si aggiunge un’azienda di pasta fresca tradizionale bergamasca e un’azienda calabrese di bibite biologiche, specializzata in bevande al bergamotto». Superato brillantemente questo 2022, l’obiettivo per il futuro è certamente quello di proseguire il trend di crescita positivo. «Stiamo investendo ancora molto sulla pasta fresca - conclude Pigozzo - e stiamo avviando la quarta unità operativa, grazie alla quale metteremo a disposizione dei nostri clienti e partner ulteriore capacità produttiva e innovazione. Non ci fermeremo neanche con le acquisizioni: stiamo valutando altri settori che possano arricchire ulteriormente il portafoglio dei prodotti De Angelis».

Un raviolo con carne vegetale insieme a Beyond Meat 

In De Angelis c’è grande attenzione anche verso il mondo dell’alimentazione vegetale, che sempre più cerca alternative all’uso della carne animale. «Dopo due anni di dialogo con la sede olandese e la casa madre americana di Beyond Meat, abbiamo lanciato sul mercato nazionale e internazionale un raviolo di carne vegetale in co-marketing con la multinazionale statunitense. Un fiore all’occhiello di cui andiamo davvero orgogliosi».

Leggi Veronesi Protagonisti 2023

Redazione Verona Network