Storie del territorio - 06 dicembre 2023, 11:39

In arrivo “Ritorni: esplorazioni di terre d’origine”

In arrivo “Ritorni: esplorazioni di terre d’origine”

Bosco Chiesanuova si appresta ad ospitare la rassegna "Ritorni: Esplorazioni di Terre d'Origine", un affascinante percorso attraverso il fenomeno dell'emigrazione dalla Lessinia. In un'epoca in cui la mobilità e l'interconnessione globale caratterizzano la nostra società, la manifestazione organizzata proprio dal Comune di Bosco si propone di riscoprire le radici di una comunità, i suoi valori, e le storie di chi, nel corso dei secoli, ha deciso di intraprendere un viaggio oltre i confini delle sue terre d'origine.

Dal 16 al 31 dicembre, conferenze, escursioni, laboratori e spettacoli offriranno una prospettiva approfondita sul "Turismo della Radici," un concetto che va ben oltre la mera visita turistica. Due sono gli appuntamenti principali nel programma della rassegna: la conferenza Turismo delle Radici: una opportunità per l'economia turistica della Lessinia?” che si terrà sabato 16 dicembre alle ore 10.00 nella Sala Olimpica del Teatro Vittoria con gli interventi degli esperti dei progetti nazionali e regionali e la cerimonia inaugurale del nuovo Museo Etnografico di Bosco Chiesanuova, ristrutturato grazie al contributo del GAL Baldo Lessinia, prevista sabato 23 dicembre dalle ore 10.30 con l’allestimento di una mostra temporanea che offre uno sguardo appassionato sull'emigrazione dalla Lessinia, permettendo ai visitatori di esplorare le vicende di chi ha fatto della partenza un capitolo fondamentale della propria storia familiare.

L’intento della rassegna "Ritorni: Esplorazioni di Terre d'Origine" è quello di valorizzare la storia, la cultura, le tradizioni e il paesaggio naturale della Lessinia, anche entrando in rete con i network nazionali ed internazionali di italiani residenti all’estero e generando un turismo del ritorno, come spiega il sindaco del Comune di Bosco Chiesanuova, Claudio Melotti: «Qui, ben più che altrove, il legame con le proprie origini è ancora molto forte: le persone portano i cognomi delle contrade, le nostre radici affondano solide nell’ambiente naturale in cui quotidianamente viviamo e lavoriamo. Molti sono da qui partiti in cerca di fortuna oltreoceano e, nei loro discendenti, forte è il desiderio di ritornare nei luoghi di origine dei propri avi in cui tutto ha avuto inizio. Investire nel turismo delle radici è un passo verso la destagionalizzazione del turismo nelle nostre terre. Ringrazio tutti coloro che, a vario titolo, hanno contribuito alla realizzazione del progetto».

L’iniziativa è stata finanziata dal Comune di Bosco Chiesanuova e, in parte, con le risorse del Fondo Unico Nazionale per il Turismo. Promotori della rassegna sono il Comune di Bosco, Visit Lessinia (il brand di destinazione turistica della Lessinia), il Ministero del Turismo e la Regione Veneto.

Matteo Scolari

SU