Cultura e spettacoli - 28 marzo 2024, 11:35

"Vivere la storia" a Forte Lugagnano

"Vivere la storia" a Forte Lugagnano

Un viaggio nel tempo è l’esperienza per i visitatori a Forte Lugagnano, grazie al sapiente lavoro di un gruppo di volontari appassionati di storia contemporanea del periodo della Seconda Guerra Mondiale. Questo è lo scenario che si presenta alle visite guidate organizzate dall’Associazione Vivere la Storia che, ogni prima domenica del mese, apre le porte a ospiti interessati e curiosi. «Due sono i simulatori interattivi, uno del bombardiere americano e un secondo del rifugio sotto attacco, ma abbiamo anche una novità dal 2023: abbiamo acquisito nuovi spazi ed ampliato l'offerta museale, iniziando così ad offrire delle mostre tematiche temporanee ad ogni apertura mensile» spiega Umberto Nannini, Vicepresidente dell’Associazione.

A novembre 2023 è stata organizzata una mostra di cartoline militari sui soldati e i reparti militari che sono stati a Verona negli ultimi 100 anni, seguita a gennaio 2024, dal ricordo dell'81º anniversario della battaglia di Nicolajewka nella ritirata di Russia del 1943, nel quale è stata speciale la presenza in mostra di cimeli appartenuti ad alcuni militari del 6° Reggimento Alpini, Battaglione Verona, partiti proprio dalla provincia veronese. «Un vero successo, che testimonia come sia vincente proporre un argomento inerente al periodo storico, contestualizzato con il nostro territorio ed accattivante per il pubblico, che possa invogliare anche i visitatori che già ci conoscono a tornare a farci visita. Durante le prossime aperture domenicali mensili aspetteremo i visitatori con un tema a sorpresa ogni volta» continua Nannini.

Prossimi appuntamenti

«Le prossime date, con tema a sorpresa, saranno ogni prima domenica del mese a partire dal 7 aprile, per poi proseguire con il 12 maggio, 16 giugno, l’8 settembre, il 6 ottobre, il 3 novembre e il 1° dicembre, con orario sempre 10-13 e 14-18».

Le uscite didattiche

Proseguono anche le aperture su prenotazione per gruppi di almeno 20 persone e, in particolare, per le uscite didattiche delle scuole, soprattutto secondarie di primo e secondo grado. «Anche quest'anno il nostro progetto museale con il dettaglio dell'offerta formativa e i vari obiettivi, sono presenti nell'edizione "I ragazzi alla scoperta di Verona"» spiega il Vicepresidente.

Personalizzati gli argomenti, valorizzando i temi in base all'indirizzo scolastico, ai ragazzi vengono descritti in particolar modo la moda, la scenografia e l'allestimento museale dei diorami. «Su richiesta, durante altre visite, soprattutto per i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, è stata spiegata la scuola degli anni '40, mostrando vari oggetti e documenti originali del periodo» conclude Nannini. «In tale occasione si è tenuto anche un laboratorio di calligrafia per aggiungere l'esperienza diretta, oltre alla visita del museo, e riuscire così a coinvolge il visitatore a 360°».

Alice Martini

SU