Cultura e spettacoli - 01 maggio 2024, 14:00

L'Angolo del Cinema: Lupin III - Il Castello di Cagliostro

L'Angolo del Cinema: Lupin III - Il Castello di Cagliostro

"Lupin III - Il Castello di Cagliostro" è un capolavoro senza tempo che a distanza di quarantacinque anni ancora incanta gli spettatori con la sua miscela irresistibile di avventura, intrighi e romanticismo. Diretto dal leggendario Hayao Miyazaki, il film rappresenta una pietra miliare non solo nella storia dell’animazione giapponese, ma anche nel panorama cinematografico mondiale.

La trama segue il famoso ladro gentiluomo Lupin III e il suo fido compagno Jigen mentre cercano di saccheggiare un castello medievale nella piccola nazione europea di Cagliostro. Tuttavia, le cose prendono una svolta inaspettata quando Lupin scopre che la principessa Clarisse, erede al trono di Cagliostro, è stata imprigionata dal malvagio Conte di Cagliostro. Determinato a salvare Clarisse e svelare i segreti oscuri del castello da cui nessun ladro è mai uscito vivo, Lupin si imbarca in un'avventura mozzafiato che lo porterà ad affrontare pericoli, inganni e tradimenti anche con un’inaspettata collaborazione.

I personaggi sono brillantemente sviluppati e affascinanti. Lupin III incarna il perfetto antieroe con il suo carisma irresistibile, il suo spirito avventuroso e il suo cuore d'oro nascosto sotto la facciata di un ladro. Jigen aggiunge una dose di sarcasmo e pragmatismo alla coppia, mentre la principessa Clarisse rappresenta il fulcro emotivo della storia con la sua determinazione e la sua innocenza. Il Conte di Cagliostro emerge come un antagonista memorabile, oscuro e manipolatore, che mette alla prova le abilità e l'ingegno di Lupin in diverse occasioni.

La produzione del film è di altissimo livello, con una cura meticolosa per i dettagli e una maestria artistica che trasuda in ogni fotogramma con animazioni incredibilmente curate e sfondi illustrati che non sfigurerebbero in una galleria d’arte. Le scene d'azione sono coreografate con precisione e ritmo, mantenendo lo spettatore con il fiato sospeso. La colonna sonora di Yūji Ōno è un'altra componente essenziale del film, con le sue tracce coinvolgenti e suggestive che contribuiscono a creare l'atmosfera unica e riconoscibile del mondo di Lupin.

Ciò che rende "Il Castello di Cagliostro" ancora più significativo è il suo impatto duraturo sul personaggio di Lupin e sulla carriera di Hayao Miyazaki. Il film ha contribuito a ridefinire l'iconografia di Lupin, trasformandolo da un ladro scapestrato e noir del manga originale di Monkey Punch nell’eroe più idealista e romantico a bordo di una Fiat 500 che tutti noi conosciamo. Inoltre, ha dimostrato il talento eccezionale di Miyazaki come regista, mostrando la sua capacità di mescolare abilmente azione, commedia e dramma in un'unica narrazione coerente e organica che anche nei suoi momenti più esagerati non perde mai di credibilità. "Il Castello di Cagliostro" ha anche posto le basi per il futuro successo di Miyazaki come uno dei più grandi maestri dell'animazione, anticipando lo stile distintivo dello Studio Ghibli per cui è diventato famoso in tutto il mondo e che gli ha garantito un secondo premio Oscar per “Il Ragazzo e l’Airone”.

"Lupin III - Il Castello di Cagliostro" è un tesoro cinematografico che continua a incantare e ispirare gli spettatori di ogni età, un’opera d'arte senza tempo che merita di essere celebrata e apprezzata anche dalle nuove generazioni di spettatori che possono ancora essere catturati dalle imprese del ladro gentiluomo.

Samuele Colombini

SU