Lessinia | 17 maggio 2024, 17:06

A Roverè due luoghi in cui assaporare la Lessinia

A Roverè due luoghi in cui assaporare la Lessinia

Un’oasi di pace e tranquillità ideale per trascorrere vacanze all’aria aperta, la Conca dei Parpari, situata a 1400 metri di altitudine è sicuramente una meta estiva perfetta per chi vuole staccare dal caos della città e immergersi nel relax delle Prealpi. Come ogni anno in questo periodo, l’area camper situata in questa località è stata riaperta per accogliere turisti dalla città o dai paesi limitrofi. La struttura, che fino a qualche anno fa contava 20 piazzole di sosta, rappresenta un vero e proprio gioiello per Roverè tanto che, nel tempo, si è ampliata offrendo servizi di vario genere per chi decide di trascorre dal weekend a più giorni in questa località.

«L’area camper di Conca dei Parpari - ha affermato Michele Melotti, comandante della Polizia locale di Roverè - è stata riaperta il 30 marzo scorso. Fino a qualche anno fa le piazzole erano poche, oggi il numero è aumentato e ogni area è elettrificata e possiede un impianto di carico e scarico delle acque reflue. L’area è apprezzabile per il panorama e per la sua tranquillità, è molto frequentata da veronesi o mantovani e da cittadini di zone limitrofe». Per accedere all’area è sufficiente scaricare l’app INAREA e, inserendo i propri dati, il pagamento avverrà in automatico come anche l’accesso alla piazzola. «Il riscontro fino ad adesso è stato positivo e con l’Amministrazione - ha continuato Melotti - si sta valutando un ampliamento dell’area che, lo ricordiamo, è dotata anche di Wi-fi».

Oltre a questa zona dedicata alla sosta dei camper, nelle sue vicinanze, è presente “La Casara”, una struttura di proprietà del Comune dotata di 80 posti a sedere e di una cucina in parte attrezzata per poter grigliare. Questo antico casolare viene affittato alle associazioni o ai privati durante il periodo estivo, tramite una richiesta da presentare in Comune. L’occupazione di questa zona è autorizzata dal 1° aprile al 31 ottobre, previa prenotazione. «Due attrazioni turistiche ottenute grazie anche a finanziamenti provinciali che hanno dato e continuano a dare ottimi risultati per il nostro Comune sia a livello economico che di affluenza turistica», ha concluso il sindaco Stefano Marcolini.

Francesca Brunelli