Lessinia | 05 luglio 2024, 15:31

Un nuovo spiraglio per il “Ponte di Redoro” (ad agosto)

Un nuovo spiraglio per il “Ponte di Redoro” (ad agosto)

Novità a Grezzana sulla riapertura del ponte, situato vicino all’oleificio “Redoro”, che passa sopra via Marconi, dal chilometro 3 al chilometro 5 della strada provinciale. L’infrastruttura - di cui avevamo parlato anche nel numero di maggio - era stata chiusa a novembre 2023 con riapertura prevista per febbraio 2024, ma riaprirà, molto probabilmente, a inizio agosto, come riportato nel post di Facebook pubblicato la sera del 4 luglio dalla Provincia di Verona. Una proroga ulteriore che ha fatto sollevare non poche polemiche tra i cittadini e che ci era sconosciuta al momento dell'invio in stampa del numero di luglio di "Pantheon Notizie", andato in stampa lo scorso 2 luglio. 

Per quanto riguarda il ponte, sono state recentemente eseguite da parte della Provincia le prove di carico, per verificare che il ponte sia adeguato a reggere il peso dei numerosi camion che lo riattraverseranno, il cui esito è risultato essere positivo. Sono stati posizionati i guardrail lungo la carreggiata per contenere i veicoli in caso di sbandamento ed è stato asfaltato il tratto di strada che concerne il ponte.

Tra le altre cose, la parte più ostica è stata quella relativa alle prove di conformità (attraverso test ed ispezioni) delle attività svolte per la realizzazione del nuovo ponte che doveva soddisfare requisiti specifichi, imposti ancor prima dell’inizio dei lavori.   

Oltre ai ritardi legati al meteo, alla delicata fase di spostamento dell’acquedotto e ai problemi legati alla cartellonistica relativa alla nuova viabilità, di cui avevamo già parlato, il malcontento da parte dei cittadini di Grezzana è derivato dal danneggiamento del manto stradale in quelle vie, non adatte al passaggio di camion, che sono state utilizzate proprio per questo scopo durante i mesi in cui era impossibile il passaggio sulla Sp6.

Le strade, visibilmente compromesse, sono state provvisoriamente asfaltate dall’Amministrazione comunale nei punti più critici, ma il grosso del lavoro sarà svolto in autunno. A breve, infatti, il capoluogo sarà interessato dai lavori relativi all’installazione della fibra ottica, che devono essere svolti prima dell’asfaltatura delle zone ammalorate.