Lessinia - 08 luglio 2024, 16:34

Sicurezza in montagna: convegno a Velo Veronese sabato 13 luglio

Il convegno, in collaborazione con l’Ulss 9, sarà al teatro parrocchiale di Velo Veronese la mattina di sabato 13 luglio.

Sicurezza in montagna: convegno a Velo Veronese sabato 13 luglio

È stata organizzata, per sabato 13 luglio al Teatro Orlandi di Velo Veronese, una giornata sui rischi che si possono correre in montagna e consigli pratici per prevenirli, in collaborazione con l’Ulss 9, in vista della stagione estiva che richiama numerosi turisti proprio in Lessinia.

La giornata inizierà alle 8.45 con l’intervento del dottor Adriano Valerio, direttore - UOC Centrale Operativa SUEM 118 Verona, che, per tutto il corso della giornata, spiegherà ai partecipanti come funziona il sistema di emergenza 118, la sua organizzazione e come interfacciarsi con l’utente. 

Dalle 21.10 alle 21.40, invece, la dottoressa Matilde Bacchion, dirigente medico del Centro AntiVeleni dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona e il dottor Giorgio Ricci, direttore del Centro AntiVeleni dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, spiegheranno che rischi si corrono in montagna quando si incontrano vipere e altri animali e come comportarsi quando si raccolgono e cucinano determinate tipologie di funghi

Nella mezz’ora successiva, il dottor Francesco Marchiori, dirigente medico del Servizio Igiene e Sanità Pubblica AULSS9, spiegherà quali malattie vengono trasmesse dalle zecche e come prevenirle con azioni molto semplici. 

«Questa iniziativa - ha esordito il sindaco Mario Varalta - si pone come obiettivo quello di fare prevenzione e informazione riguardo tutto ciò che concerne la montagna, non per creare inutili allarmismi, bensì per comunicare, attraverso consigli semplici e concreti, ai cittadini come comportarsi nelle diverse situazioni».

«La prevenzione e la sicurezza sono un obbligo morale delle persone che frequentano le montagne ed è giusto che accogliamo incontri e iniziative come questa per informare tutti. È importante essere consapevoli delle proprie azioni e prendere coscienza dei rischi per evitare di trovarsi in situazioni spiacevoli e pericolose», ha concluso. 

Francesca Brunelli

SU